Attrezzatura Hogarthiana

Attrezzatura obbligatoria del Tec Solid System Diver e/o Instructor

  • Maschera: una maschera con un piccolo volume interno riduce la resistenza idrodinamica e richiede un minimo sforzo per lo svuotamento. Consigliata maschera monolente.
  • Cinghiolo della maschera: robusto e resistente alla rottura, offre maggiore confort al subacqueo in quanto è regolato sulla propria testa.
  • Erogatore Primario: erogatore di ottima qualità che viene ceduto al subacqueo in emergenza.
  • Frusta lunga: La frusta lunga permette di condividere l’aria con il compagno in caso di emergenza con una semplicità disarmante. La frusta lunga che alimenta l’erogatore primario deve sempre arrivare dal lato destro del subacqueo.
  • Erogatore di Backup: erogatore di ottima qualità che il subacqueo utilizza come riserva in caso di rottura del primario o in caso di emergenza del compagno. Si tiene con apposito elastico al collo.
  • Collarino per erogatore secondario: disegnato per mantenere l’erogatore secondario in posizione di facile accesso (dovrebbe essere raggiungibile anche senza l’aiuto delle mani).
  • Frusta corta: la frusta deve essere di lunghezza sufficiente per permettere una respirazione agevole, ma non troppo lunga da creare resistenza o aggrovigliamenti e non sporgere dalla spalla destra.
  • Frusta manometro: di lunghezza appropriata, deve consentire al subacqueo una facile lettura (dopo averlo sganciato dal D-Ring). Non deve fluttuare creando rischio per il subacqueo di impigliarsi.
  • Manometro: di qualità, in metallo cromato, con cassa girevole, di facile lettura ed affidabile.
  • Piastra ed imbracatura: disegnate per adattarsi perfettamente al subacqueo, favorire un agevole controllo d’assetto ed evitare resistenza fluidodinamica.
  • Imbracatura-Sottocavallo: regolato su misura al subacqueo, ospita due anelli D-Ring. Uno funge da aggancio per lo scooter subacqueo (a questo anello il subacqueo non dovrebbe agganciare nessun altro oggetto, poiché risulterebbe troppo basso rispetto alla sagoma del subacqueo). L’altro anello, posteriore e prossimo alla piastra, funge da aggancio per altra attrezzatura (bombole di stage, altro scooter). Il sottocavallo ha anche la funzione di mantenere l’equilibratore d’assetto in posizione ed evita che questo si distacchi dal corpo fluttuando ed aumentando la resistenza.
  • D-Ring: 2 sul petto, 1 sul fianco sx all’altezza del bacino, 2 sul sottocavallo, davanti e dietro: totale 5
  • Equilibratore d’assetto: Può differire la dimensione a seconda del tipo di immersione. Deve avere un volume sufficiente per permettere il galleggiamento della sola attrezzatura in superficie. Obbligatorio il sacco senza elastici e mono-sacco.
  • Sistema di gonfiaggio: sufficientemente accessibile ma tale da non creare aggrovigliamenti o aumento di resistenza.
  • Tubo corrugato: dovrebbe essere lungo sufficientemente da non interferire con la testa del subacqueo e permettere il gonfiaggio contemporaneo della muta stagna. Ma non troppo lungo da incrementare la resistenza idrodinamica.
  • Coltello: collocato in posizione ventrale a sinistra dell’imbrago, accessibile con entrambe le mani.
  • Bombole: Bibombola in acciaio per il back gas e bombole in alluminio per la decompressione ( solo S80 e S40 ). Vedi tabella Bombole.
  • Manopole: di gomma, per evitare la rottura, dovrebbero essere completamente in posizione aperta.
  • Valvole: una per ogni bottiglia del Bibombola ed una centrale del manifold. Il sistema Bibombola con bombole collegate mediante il manifold è obbligatorio per motivi di sicurezza e ridondanza.
  • O-Ring: tutte le guarnizioni delle valvole e del manifold sono ridondanti.
  • Illuminatore primario: testa illuminante separata con batteria nel canister montato sul fianco destro del subacqueo o unica torcia preferibilmente led con buon fascio di luce e buona durata batterie max 1 ora, montate su  Maniglia Godman per permettere di illuminare lasciando la mano libera.
  • Torcia di Backup: disposta in posizione ottimale da ridurre la resistenza e raggiungibile ed attuabile semplicemente con una mano sola.
  • Muta Stagna: necessaria per permettere al subacqueo una immersione confortevole termicamente. La muta deve permettere agevoli movimenti in acqua. Consigliata una muta in trilaminato.
  • Cappuccio: necessario per il comfort termico del subacqueo.
  • Tasche: due tasche, una per lato, montate sulle gambe della muta stagna. La tasca destra è in genere la tasca contenente la maschera di riserva, il wetnote, lo spool. La tasca sinistra è la tasca di sicurezza, contenente gli oggetti ridondanti, pallone, spool, ecc.
  • Pee-valve: permette al subacqueo di urinare durante l’immersione per mezzo di un catetere e condom in lattice.
  • Pallone di segnalazione: alloggiato nella tasca della Muta Stagna insieme e collegato allo spool da 24 Mt con moschettone doppia luce inox.
  • Pallone di sollevamento: alloggiato nella tasca porta-pallone sulla schiena del subacqueo. Il pallone serve come segnalazione. Potrebbe essere necessario specialmente per coloro che hanno uno scooter subacqueo.
  • Reel e spool: il reel è agganciato all’anello posteriore del sottocavallo. Lo spool è collocato nella tasca destra della muta, mentre nella tasca sinistra è consigliabile alloggiare uno spool di backup.
  • Profondimetro e timer: montati sui polsi, in genere con due cinturini in corda elastica separati, molto affidabili e di facile utilizzo.
Tabella quantità minima di bombole per i corsi ANIStek
Corso ANIStek  
Back Gas Stage 
Tec Solid Diving System Instr.
Skill Stage 
Bibo 12+12  NO
SI – 2 Stage  
AIR Tec  Instr Bibo 12+12  1 Stage S80 1 Stage S40  
Tec 1 Trimix Instr. Bibo 12+12  1 Stage S80 1 Stage S40  
Tec 2 Trimix Instr. Bibo 12+12  1 Stage S80 1 Stage S40  
Tec 3 Trimix Instr. Bibo 12+12 Bibo 18+18    1 Stage S80 1 Stage S80 1 Stage S40  

Erogatore Stage: Il gruppo completo prevede: Primo stadio DIN consigliato torretta girevole, secondo stadio con frusta LP cm 100, Frusta cm 15/20 per manometro legato sul primo stadio ( in modo anti-urto )

Imbraco Stage: L’imbraco deve essere in cordino a misura con fascetta inox rivestita in tessuto. I due moschettoni devono essere inox del tipo standardizzato. La stage deve essere dotata di n° 2 elastici appositi per tenere la frusta dell’erogatore. Le M.O.D. devono essere applicate rigorosamente su tutte le stage, sia dal lato esterno che interno: obbligatoria la targhetta analisi gas.